NOTA: Per le prestazioni di diagnosi per immagini si veda la pagina Accompagnamento minori radiologia

Primi accessi ambulatoriali

Prime visite specialistiche ambulatoriali e prestazioni specialistiche in pre-ricovero

Alla prima visita è ammessa, di norma, la presenza di un unico genitore o del legale rappresentante.

Si leggano le eccezioni e le deroghe a tale assunto.

Egli è tenuto a:

Deroghe per i primi accessi ambulatoriali

In deroga a quanto espresso, la prestazione può essere erogata al minore stesso, anche in assenza di genitore accompagnatore. in linea con quanto attuato sul territorio dai consultori familiari e sulla base della normativa specifica1, per i seguenti casi:

  1. Prestazioni per la tutela della procreazione consapevole (contraccezione e prosieguo della gravidanza)
  2. Prestazioni per l'interruzione della gravidanza (IVG)
  3. Prestazioni per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili (MST)
  4. Prestazioni per l'accertamento di abuso

In tali casi, il minore è tenuto a conferire il proprio consenso per iscritto all'erogazione delle prestazioni (validità contestuale) e al trattamento dei dati personali e sensibili.
 

Restrizioni per i primi accessi ambulatoriali

È obbligatoria la presenza di entrambi i genitori per le seguenti prestazioni specifiche:

  1. Perizie neuropsichiatriche/psicologiche
  2. Vaccinazioni
  3. Prestazioni che necessitano di un consenso specifico

Nei casi 1), 2) e 3) l'eventuale assenza dell'altro genitore per effettivo impedimento, deve essere autocertificata per iscritto dal genitore presente, che si assume la responsabilità per il consenso alle prestazioni da parte del genitore assente. In tali casi, non sono ammesse deleghe per l'accompagnamento del minore alle visite di controllo successive. Dichiarazione sostitutiva genitore per il secondo genitore

Secondi accessi ambulatoriali e successivi

Visite di controllo e prestazioni diagnostico-terapeutiche

Le visite di controllo e le prestazioni diagnostico-terapeutiche effettuate a seguito del primo accesso (prima visita) sono rappresentate da:

  1. visite per interventi di riabilitazione
  2. visite post - ricovero
  3. visite successive a visite di Pronto Soccorso
  4. accertamenti diagnostici strumentali diversi dalla diagnostica per immagini.


Alle visite di controllo/altri accessi ambulatoriali in elenco è richiesta la presenza di un adulto autorizzato, salvo deroga (si veda ai punti "Deroghe e Restrizioni per i primi accessi ambulatoriali").
Tale adulto può essere:

  • il genitore stesso o il legale rappresentante
  • un "delegato" autorizzato Delega persona adulta ad accompagnamento del minore, così come indicato la prima volta dall'esercente la potestà genitoriale o dal legale rappresentante, in possesso della documentazione richiesta (modulistica specifica), compilata, firmata e completata con i documenti di identificazione del delegato e del delegante

 

Deroghe per gi accessi successivi al primo

In deroga a quanto espresso, oltre alle deroghe già identificate al paragrafo "Deroghe per i primi accessi", per le quali il minore può accedere non accompagnato, si aggiungano le seguenti prestazioni, erogabili al paziente minore che ha compiuto il 16° anno di età, purché autorizzato dal genitore o dal legale rappresentante all'accesso autonomo modulo per dichiarazione sostitutiva atto notorietà:

  1. Prestazioni riabilitative (laserterapia, logopedia, fisioterapia, ecc.)
  2. Prestazioni terapeutiche (medicazioni, ecc.)
  3. Trattamenti ortodontici
  4. Esplorazione del fundus dell'occhio


Note interne alla pagina:

Legge regionale n. 11/2006 che disciplina gli "interventi regionali a sostegno della famiglia e della genitorialità"

 

Amministrazione Trasparente