25/03/2019

La grande e importante cooperazione tra il Burlo e l'ospedale di Lubiana restituisce l’udito a una bambina di 5 anni.
Se n'è occupato il Magazine EstOvest del TGR FVG andato in onda venerdì.
 
Un’equipe internazionale formata da specialisti provenienti dal Burlo Garofolo di Trieste, Slovenia, Turchia, Austria ha restituito l’udito a Grazia Maria, una bambina italiana di cinque anni.
L’intervento di impianto uditivo del tronco encefalico, procedura rara della quale si contano meno di 150 casi in tutto il mondo, è stato possibile grazie alla sinergia transfrontaliera messa in atto dal Burlo e dal Centro Clinico Universitario di Lubiana, le cui strutture di Otorinolaringoiatria e audiologia pediatrica sono centri di riferimento nazionali.
L’intervento è eseguito da un’equipe formata da due chirurghi sloveni, due specialisti turchi, due ingegneri austriaci e dalla dottoressa Eva Orzan, Dirigente della Struttura Complessa di Otorinolaringoiatria e audiologia pediatrica del Burlo. Le fasi pre e post operatorie si sono tenute a Trieste mentre l’operazione è stata eseguita a Lubiana nel reparto di neurochirurgia pediatrica lo scorso settembre. Dopo soli cinque giorni Grazia Maria è tornata a casa e oggi, a distanza di cinque mesi balla sulle note della sua canzone preferita.
“Creare dei doppioni per delle chirurgie così rare può essere svantaggioso - dichiara la dottoressa Orzan - è molto più importante creare delle sinergie e puntare sulla formazione transfrontaliera”.
“Questa operazione - aggiunge la dottoressa Saba Battellino - è l’esempio di un’Europa che unisce pazienti e medici sulla base della costruzione di una fiducia comune sociale, economica e culturale.”
 
Il servizio del Magazine EstOvest: https://www.rainews.it/tgr/rubriche/estovest/ 

Amministrazione Trasparente