07/12/2018
Sull’assegno consegnato questa mattina all’Ospedale Infantile Burlo Garofolo di Trieste da Gruppo Hera ed EstEnergy c’è, idealmente, la firma di tutte le 4.400 persone intervenute durante Barcolana all’iniziativa di solidarietà organizzata presso lo stand delle due società. A beneficiarne saranno proprio i piccoli pazienti del Burlo: con i 10.000 euro dell’assegno infatti, sarà acquistato un otomicroscopio, apparecchiatura diagnostica utilizzata nel corso delle visite ambulatoriali e postoperatorie.
 
Si concretizza così l’adesione del Gruppo Hera e di Estenergy al progetto “Io sto con il Burlo”, che ha caratterizzato l’impegno di questi e altri sponsor in occasione della cinquantesima edizione della prestigiosa regata triestina.
 
Tutto nasce da un piccolo grande gioco, organizzato attorno a un vero e proprio winch, noto verricello usato dai velisti per tendere le scotte. Sfidandosi nel fargli fare il massimo numero possibile di giri nell’arco di 30 secondi, infatti, i tanti partecipanti che si sono succeduti hanno contribuito ad incrementare la donazione di Gruppo Hera ed EstEnergy, consentendo all’iniziativa di tagliare il traguardo dei 10 mila euro, necessari all’acquisto dell’apparecchiatura, nel primo pomeriggio del 14 ottobre, giorno in cui si è svolta la regata.
 
Tanti i personaggi intervenuti, dal sindaco di Trieste Roberto Dipiazza ad altri esponenti delle amministrazioni comunale e regionale, passando per il Direttore di Confindustria FVG Paolo Battilana, il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale Zeno D’Agostino e il Presidente della Camera di Commercio Antonio Paoletti, senza dimenticare il Presidente della Barcolana Mitija Gialuz e il Direttore Generale del Burlo Garofolo Gianluigi Scannapieco, che proprio oggi ha ricevuto l’assegno. Ma anche il mondo dello sport non è stato da meno: ad azionare il “winch della solidarietà”, infatti, hanno contribuito i membri dell’equipaggio vincitore della Barcolana (Spirit of Portopiccolo), il cestista dell’Alma Trieste Alessandro Cittadini e la squadra di Pallamano di Trieste.
 
“La sostenibilità di quello che facciamo – afferma Albino Belli, Amministratore Delegato di EstEnergy – va declinata anche e soprattutto in direzione del sociale, e per questo siamo molto contenti che la nostra adesione al progetto “Io sto con il Burlo” abbia funzionato così bene, coinvolgendo le persone e aiutandoci a raggiungere un obiettivo che mette al centro i bambini e, per questo, vale più di ogni altra vittoria. Da sempre – prosegue Belli – siamo impegnati nel  riempire di contenuti il senso del nostro radicamento territoriale e la rete delle nostre partnership, a partire da quelle più prestigiose come quella con Barcolana, rappresenta uno straordinario moltiplicatore di valore e di occasioni, che anche in futuro intendiamo continuare a mettere a frutto.”
 
“Il mio compito oggi – ha dichiarato il Direttore Generale dell’IRCCS Burlo Garofolo Gianluigi Scannapieco - è quello di ringraziare Gruppo Hera ed Est Energy per questa donazione che ha tanti pregi: ci permette di acquisire una strumentazione importante per continuare a dare il miglior servizio ai nostri pazienti, ed è stata effettuata in un contesto di gioia, gioco, sport e divertimento indotto durante la Barcolana. Molte persone hanno prestato la loro energia e sono state coinvolte in questo progetto, che ha fatto parlare del Burlo e dell’importanza di diffondere la cultura della donazione. Ancora grazie per l’idea, l’iniziativa e la volontà di sostenere il nostro IRCCS”.
 
 
donazione

Amministrazione Trasparente