Struttura Semplice

Dirigente Medico

Attività

La struttura semplice Allergologia, Dermatologia e Trattamento dell’asma dell’IRCCS Burlo Garofolo di Trieste fa parte dell’U.C.O. della Clinica Pediatrica.
La Struttura offre al paziente pediatrico professionalità dedicate in ambito allergologico e dermatologico, all’interno di un Istituto con specifica peculiarità pediatrica, in cui sono presenti altri servizi specialistici (radiologia pediatrica, ORL, pneumologia, laboratorio), spesso  indispensabili per una corretta definizione diagnostica e un programma terapeutico mirato.
Le attività che qualificano la S.S sono:

  • La cura dell’allergia alimentare IgE mediata, attraverso protocolli di desensibilizzazione orale rivolti specialmente a bambini affetti da anafilassi gravissima, a rischio di vita (circa 80 casi/anni, più di 500 i bambini sottoposti a desensibilizzazione in questi anni di attività). Si eseguono test di provocazione orale in regime di Day Hospital a scopo diagnostico/terapeutico (circa 50/anno) e procedure di induzione della tolleranza orale in ricovero ordinario breve, nei casi non risolvibili con il solo Day Hospital (altri 50/anno circa). Inoltre vengono gestite, diagnosticate e monitorate anche altre forme di allergia alimentare, ad es. quelle a prevalente espressione gastrointestinali come la FPIES (food protein induced enterocolitis syndrome). 
  • La prevenzione dell’allergia, puntando ad un precoce e progressivo inserimento degli alimenti offendenti, in lattanti a rischio allergico, in modo da favorire una precoce acquisizione della tolleranza (circa 220 casi negli ultimi 3 anni-progetto di ricerca  “Lattanti al Bivio” 18/12 linea 2). Progetto coordinato dal dott. Giorgio Longo.
  • La gestione e lo studio delle patologie pneumologiche in particolare dell’asma bronchiale, con l’esecuzione di test allergici, identificazione degli eosinofili nel muco nasale, prove di funzionalità respiratoria a riposo e sottosforzo, misurazione dell’ossido nitrico esalato.
  • In ambito  dermatologico l’ambulatorio si occupa della diagnostica e la gestione delle principali patologie dermatologiche dell’età pediatrica, con particolare interesse alle patologie autoimmuni e vascolari , soprattutto al trattamento degli emangiomi infantili con beta bloccante (circa 100 casi trattati), terapia innovativa introdotta nel nostro Istituto immediatamente dopo la pubblicazione dei lavori in merito (NEJM giugno 2008) e divenuta motivo di attrazione per l’ospedale. Lo studio degli emangiomi infantili ha permesso di acquisire specifiche competenze su tutte le malattie vascolari e di allinearsi alle più recenti linee guida dell’ISSVA (International Society for the Study of Vascular Anomalies) e della SISAV (Società Italiana per lo Studio delle Anomalie Vascolari), di cui il responsabile dell'ambulatorio dermatologico è membro e con cui collabora fattivamente. Il corretto inquadramento delle anomalie vascolari richiede conoscenze anche anatomopatologiche e di diagnostica per immagini: è pertanto fondamentale che i bambini afferiscano ad un servizio dove è possibile offrire competenze radiologiche specifiche e, laddove indicato, una precisa definizione istologica della diagnosi, come accade nel nostro istituto.
  • In ambito di autoimmunità cutanea è disponibile una tecnologia per fototerapia localizzata con UVB a banda stretta, particolarmente indicata per la vitiligine.

I medici della S.S.  forniscono un servizio di consulenza qualificata e di informazione a distanza (telefonica o con altri mezzi) alle famiglie e ai medici del territorio regionale ed extraregionale, su singoli casi, basandosi sulla letteratura e fornendo opzioni terapeutiche. Il personale dedicato condivide il programma terapeutico in accordo con i servizi ed il medico che ha in carico il bambino nell'area di residenza e si rende facilmente disponibile alla rivalutazione del paziente e delle decisioni terapeutiche fornite.
 

Degenze

In regime di ricovero vengono trattati i bambini affetti da allergia grave a rischio di vita , attraverso l'applicazione di protocolli di desensibilizzazione orale. La formula del ricovero, per lo più breve,  viene scelta per i casi non risolvibili in Day Hospital.

Sede 
U.O. Clinica Pediatrica edificio centrale scala A,B III piano
Recapiti 
040.3785.353
Day Hospital

Al Day Hospital si accede attraverso contatto diretto con un medico, da parte del pediatra di, libera scelta (o medico di medicina generale), del pronto soccorso o della famiglia stessa. Il Day Hospital viene proposto per eseguire i test di provocazione orale per alimenti o farmaci e qualora per l’inquadramento diagnostico del paziente siano necessari esami in sedazione e/o accertamenti multipli che lo rendano giustificato.

Sede 
edificio centrale scala C, III piano
Recapiti 
040.3785.222
040.3785.290
Ambulatorio di allergologia, dermatologia, e trattamento dell'asma

All’ambulatorio allergologico e dermatologico si accede con impegnativa del medico curante attraverso il centro unico di prenotazione regionale, con una tempistica che rispetta i tempi d’attesa  richiesti a livello regionale, secondo il sistema U B D P.

Sede 
edificio centrale scala C III piano
Recapiti 
040.3785.222

Le attività di eccellenza della S.S sono:

  • la cura dell’allergia alimentare IgE mediata, attraverso protocolli di desensibilizzazione orale rivolti specialmente a bambini affetti da anafilassi gravissima, a rischio di vita (circa 80 casi/anni, più di 500 i bambini sottoposti a desensibilizzazione in questi anni di attività). Si eseguono test di provocazione orale in regime di Day Hospital a scopo diagnostico/terapeutico (circa 50/anno) e procedure di induzione della tolleranza orale in ricovero ordinario breve, nei casi non risolvibili con il solo Day Hospital (altri 50/anno circa). Inoltre vengono gestite, diagnosticate e monitorate anche altre forme di allergia alimentare, ad es. quelle a prevalente espressione gastrointestinali come la FPIES (food protein induced enterocolitis syndrome). 
  • la prevenzione dell’allergia, puntando ad un precoce e progressivo inserimento degli alimenti offendenti, in lattanti a rischio allergico, in modo da favorire una precoce acquisizione della tolleranza (circa 220 casi negli ultimi 3 anni-progetto di ricerca  “Lattanti al Bivio” 18/12 linea 2).
  • la gestione e lo studio delle patologie pneumologiche in particolare dell’asma bronchiale, con l’esecuzione di test allergici, identificazione degli eosinofili nel muco nasale, prove di funzionalità respiratoria a riposo e sottosforzo, misurazione dell’ossido nitrico esalato.
  • In ambito  dermatologico l’ambulatorio si occupa della diagnostica e la gestione delle principali patologie dermatologiche dell’età pediatrica, con particolare interesse alle patologie autoimmuni e vascolari , soprattutto al trattamento degli emangiomi infantili con beta bloccante (circa 100 casi trattati), terapia innovativa introdotta nel nostro Istituto immediatamente dopo la pubblicazione dei lavori in merito (NEJM giugno 2008) e divenuta motivo di attrazione per l’ospedale. Lo studio degli emangiomi infantili ha permesso di acquisire specifiche competenze su tutte le malattie vascolari e di allinearsi alle più recenti linee guida dell’ISSVA (International Society for the Study of Vascular Anomalies) e della SISAV (Società Italiana per lo Studio delle Anomalie Vascolari), di cui il responsabile dell'ambulatorio dermatologico è membro e con cui collabora fattivamente. Il corretto inquadramento delle anomalie vascolari richiede conoscenze anche anatomopatologiche e di diagnostica per immagini: è pertanto fondamentale che i bambini afferiscano ad un servizio dove è possibile offrire competenze radiologiche specifiche e, laddove indicato, una precisa definizione istologica della diagnosi, come accade nel nostro istituto.
  • In ambito di autoimmunità cutanea è disponibile una tecnologia per fototerapia localizzata con UVB a banda stretta, particolarmente indicata per la vitiligine.

L’attività di ricerca della S.S. è prevalentemente orientata all’allergia alimentare e allo studio della tolleranza orale, oltre che alla valutazione dell’impatto della desensibilizzazione orale nelle famiglie dei soggetti superallergici in termini di miglioramento della qualità della vita.
E’ inoltre in corso uno progetto di ricerca sul suolo dell’auto reattività IgE nelle forme di eczema particolarmente grave (N. progetto 8/2014), in cui le terapie convenzionali non sono in grado di permettere un controllo soddisfacente ed è necessario l’utilizzo di immunosoppressori maggiori (ad es. la ciclosporina).
Inoltre il Servizio contribuisce all’elaborazione e la validazione di linee guida e protocolli diagnostico/terapeutici, nonché alla condivisione degli stessi con le altre strutture pediatriche periferiche ospedaliere e territoriali (negli ultimi anni linee guida SIAIP per l’eczema e linee guida per la gestione dell’attacco acuto d’asma) e promuove  lo sviluppo e il mantenimento di collegamenti e attività nazionali e internazionali a garanzia del mantenimento della qualità.
Per quanto riguarda la Diagnostica Allergologica, nel nostro Istituto da anni sono state attivate linee diagnostiche per l’identificazione, la caratterizzazione e lo studio delle allergopatie, con un indirizzo specificamente rivolto all’ambito pediatrico.
La diagnosi di laboratorio delle allergopatie è infatti profondamente cambiata nell’ultimo decennio, con la comparsa degli allergeni molecolari (singleplex o multiplex), che permettono di identificare le specifiche molecole verso cui è rivolta la risposta immune IgE di un singolo individuo, e di distinguere i profili di sensibilizzazione del paziente verso allergeni primari (allergia VERA) rispetto a panallergeni (sensibilizzazione verso molecole condivise da diversi allergeni).
Tale distinzione, in ambito di allergia alimentare permette principalmente di fornire al paziente una più precisa indicazione sul rischio derivante dall’ingestione di un certo alimento, dando fondamentali indicazioni sulla dieta di esclusione. In ambito respiratorio permette la messa a punto di procedure di immunoterapia specifica mirate e quindi più efficaci.
 Il settore della diagnostica, opera in stretta collaborazione con i clinici, su una casistica costituita da soggetti con patologie talora ad elevata complessità, prevalentemente pediatrici, regionali ed extraregionali, dove la quota extraregionale è prevalente, a testimonianza dell’eccellenza del servizio fornito anche in termini diagnostici.

Tutti gli specializzandi della scuola di specializzazione in Pediatria dell’Università di Trieste trascorrono un periodo di 4 mesi presso la S.S. Allergologia, Dermatologia e Trattamento dell'asma, dove giornalmente hanno la possibilità di visitare i pazienti e discuterne tutti gli aspetti diagnostico-terapeutici con gli esperti.
 
 

Sede 
edificio centrale, scala C, III piano
Recapiti 
Segreteria ambulatorio
040.3785.222
040.3785.290
Studio dott. L. Calligaris
040.3785.361
Studio dott.ssa I. Berti
040.3785.514
Studio dott.ssa L. Badina
040.3785.222
Referente pagina web: 
Dott.ssa Irene Berti

Amministrazione Trasparente